giovedì 18 giugno 2009

la luz de junio


a quanto pare maggio se n'è volato via
e ci si ritrova a giugno inoltrato illuminati da tramonti lunghi e morbidi
che abbracciano qualche birretta in compagnia e il piacere di ritrovarsi
dopo lunghe giornate al lavoro e ..mesi di letargo spirituale!
per oggi una ricetta super veloce, spinta dalle prime albicocche di stagione,
e dal desiderio di addolcire la sveglia implacabile con una nota dolce per darsi la spinta giusta.. o almeno, questo è il tentativo!
e la stessa dolcezza ha accompagnato una giornata memorabile di chi ha condiviso la gioia del SI con gli amici più cari..

allora virtualmente, una fettina di crostata anticonformista come taglio di un dolce poco nuziale ma intriso di felicità!

la crostata è siffatta
500 gr albicocche mature
150 gr zucchero di canna
1 stecca di vaniglia
per la frolla
2 tuorli
1 uovo medio intero
1 cucchiaio di cremor tartaro/lievito chimico da caffè
80 gr zucchero semolato
150 gr burro
250 gr di farina OO
e dunque, lavare e mondare le albicocche aprendole a metà, versarle in una casseruola con lo zucchero e la stecca di vaniglia aperta e svuotata.
accendere i fuochi e far andare le albicocche per 10 minuti a fuoco vivo.
non appena inizieranno a far uscire l'acqua abbassare l'intensità del fuoco e far andare per una quindicina di minuti. qualora le vs albicocche dovessero rivelarsi eccessivamente umide potete aggiungere un cucchiaino da thè di pectina da stemperare bene. cucinare per altri dieci minuti e far raffreddare.
nel frattempo preparare la frolla.
in una ciotola setacciare la farina, il lievito, lo zucchero semolato. mescolare.
tagliare a cubetti il burro freddo, aggiungerlo al composto di cui sopra e sabbiare con la punta delle dita sino ad ottenere un composto omogeneo e granuloso.
aggiungere i due tuorli e l'uovo intero e impastare. meno si lavora la frolla meglio è, soprattutto d'estate con una temperatura + elevata, per non far riscaldare eccessivamente il burro. (io uso dei guanti di lattice aderenti per impastare la frolla peer ridurre anche se di poco il calore delle mani).
stendere la frolla nella vs tortiera, bucherellare il fondo.
cospargere con la composta di albicocche, + ne mettete + gustosa sarà.
se gradite potete ritagliare delle losanghe per rivestire la superficie della crostata.
mettere in frigo per almeno mezz'ora.
scaldare il forno a 180° e infornare per 40 minuti. la crostata è pronta qd la vs casa sarà avvolta da un profumo burrosissimo e la frolla sarà colorata*/ambrata.
bon appétit!


7 commenti:

germana ha detto...

Ciao Claudia mi é venuta una tale voglia di crostata!
ciao e buon week end!

Barbara...Babs ha detto...

ciao claudia!
ma che bella sposa :-) e che crostata superba....

guarino ha detto...

Hola! Ma sai che la crostata alla marmellata la mattina credo sia una delle soddisfazioni del palato più piacevoli...bravaaa
Come torta nuziale è un pesiero dolce ed affttuoso che ricorda l'infanzia! Un abbraccio...vicina

Marianna ha detto...

fantastica crostata. ci sono mancati i tuoi dolci quest'anno al compleanno di marta... fatti viva se ne hai voglia

vaniglia ha detto...

ciao claudia, ti avevo lasciato un commento un po' di tempo fa, colpita dal tuo bellissimo modo di scrivere. poi, causa motivi tecnici, avevo perso il link del tuo blog, e non sapevo come recuperarlo (avevo pensato di spulciarmi i commenti sul mio sito ad uno ad uno a ritroso, ma l'impresa mi metteva un po' pensiero!!!).. oggi invece ti ho visto da calmaetcacao!!!! che fortuna! ora ti blindo benbene da qualche parte del pc!!!!
ciao, a presto.

ludo ha detto...

ce l'ho fatta!
ciao clau

claudia ha detto...

brava ludi!!
benvenuta vaniglia, ti ho aggiunto la tua passione per ph la condividiamo a pieno! mi scuso per il ritardo con tutti gli amici passati di qui!